Civilta’ della Tavola. Il Romanzo della Pasta Italiana di Nunzio Russo.

Un piccolo, prezioso documento sulla pasta e sui pastai siciliani, testimonianza, anche, di come si faceva imprenditoria in Sicilia, nell’Ottocento e meta’ del Novecento.

Civiltà Della Tavola, n. 285 settembre 2016
Civiltà Della Tavola, n. 285 settembre 2016

Figlio di due famiglie di pastai, l’autore parla della storia della pasta in Sicilia, come un romanzo, partendo dal 1100 e arrivando ai giorni nostri, portando alla luce, con documenti alla mano, il successo e il declino di numerosi pastifici siciliani, che hanno dovuto soccombere a quelli delle regioni settentrionali, molto più grandi, più all’avanguardia, meno artigianali. ” Il sogno dei pastai di Sicilia, la terra dove e’ nata la pasta, e’ stato portato via dall’inesorabile scorrere del tempo”.

L’amore dell’autore nei confronti della cultura della pasta e’ dimostrato anche dal fatto di aver donato i più antichi documenti del Pastificio Russo all’Archivio Digitale Reggiane, tenuto dall’Università di Modena e Reggio Emilia, rendendolo fruibile a studenti e ricercatori. Le Officine Meccaniche Reggiane di Reggio Emilia, infatti, erano i fornitori degli impianti con cui si produceva la pasta siciliana e furono i costruttori di una macchina industriale la pulitrice delle semole (all’interno del libro numerose immagini ricordano l’iter di produzione) che per anni ha contribuito a produrre pasta alimentare a Termini imerese e in Sicilia.

da Civiltà della Tavola, n. 285 settembre 2016, rivista dell’Accademia Italiana Della Cucina.

Civilta’ Della Tavola, n. 285 settembre 2016 – leggi la rivista, clicca qui

About the author: pastaitaliana